Discipline bionaturali e liberalizzazione delle professioni

Discipline Bionaturali. Come archivio pubblichiamo il comunicato post-convegno che riassume ciò che è avvenuto e le prospettive risultanti:

“Un confronto serrato – a tratti acceso ma sempre corretto – ha caratterizzato il convegno nazionale delle discipline bionaturali tenutosi mercoledì 9 maggio, nel quale politici e rappresentanti di numerose associazioni professionali hanno discusso del presente e del futuro di un settore che dà lavoro a oltre 60 mila persone in Italia. Di fronte a più di 300 partecipanti che hanno gremito l’aula magna dell’istituto Rosmini di Torino, i moderatori dell’incontro Fabio Zagato e Pierluigi Duina (rispettivamente presidenti di Ias e Apos) hanno introdotto i lavori ricordando i pericoli che gravano oggi su queste professioni. “Le nostre discipline si occupano di stimolo della vitalità e della ricerca dell’equilibrio della persona, non hanno finalità terapeutiche né tanto meno estetiche – sottolinea Duina – ma appartengono invece ad un terzo settore che ha caratteristiche proprie.

Alcune amministrazioni, magari anche in buona fede, stanno tentando di metterci i bastoni fra le ruote”. Il riferimento va in primis al parere della regione Piemonte del luglio 2011, secondo il quale tutti gli operatori che lavorano sulla superficie del corpo umano – fatta eccezione per chi appartiene al ramo terapeutico – sarebbero tenuti a possedere il diploma da estetista. “Tutto nasce dall’idea secondo cui le professioni non riconosciute possono recare danno all’utenza – spiega Zagato – Ma non c’è niente di più falso, le nostre associazioni professionali hanno metodi di controllo assai rigorosi, allineati ai criteri in atto nelle nazioni in cui le discipline bionaturali sono riconosciute da anni.. E comunque, da chi mai le estetiste imparano queste tecniche, se non proprio dai nostri insegnanti?”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi