愛 ài – Amore

愛 aì - Amore - Love
愛 aì - Amore - Love

L’ideogramma si decompone nelle parti:

爫 [zhǎo, zhuǎ – mano]
冖 [mì – corona, abbraccio]
心 [xīn – cuore e mente]
友 [yǒu – amico, amica]

Ecco dunque che in cinese il simbolo “amore” ha come significato un’amicizia che tocca insieme il “cuore” e la “mente” (xin) e diventa un contatto fisico, un abbraccio.
Il simbolo della “corona” dà anche un significato sacro al simbolo dell’amore.

Etimologia del termine Amore

Il termine italiano “amore” entra nella lingua italiana a partire dal XIII secolo, derivando dal termine latino amore(m) (nominativo amor), a sua volta derivato dal latino amare. Il termine amare, il quale risulta connesso con il latino amma (mamma), o anche amita (zia), può avere quindi la sua possibile origine dal linguaggio infantile.

Un’altra possibile origine fa derivare il lemma latino dal protoitalico *ama e quindi dal protoindoeuropeo *h3mh3, col significato di “prendere, tenere”, evolvendo in “prendere la mano di”, quindi legarsi in amicizia (da qui anche il latino amicus, amica, amasius); quindi corrispondente al sanscrito amánti, amīṣi, col medesimo significato, e all’antico avestico əma.

Manifestazioni di amore

All’interno delle relazioni che l’individuo intrattiene col proprio ambiente, l’amore si può classificare attraverso differenti manifestazioni:

  1. Amore di sé – il sano amor proprio. Appare come condizione di autostima, ma non deve esser confuso col narcisismo che coinvolge l’egocentrismo. Per il buddhismo, che qualifica l’ego come un’illusione della nostra mente, il vero amore, ossia la compassione, esiste solo quando viene diretto verso un’altra persona, non a se stessi. Per la psicoanalisi invece, che si trova completamente opposta al buddhismo, l’ego viene definito come l’unica realtà, l’amore è sempre auto-personale, che può svilupparsi in una forma sana o malsana a seconda dei casi.
  2. Amore incondizionato – amore altruistico e compassionevole, professato senza aspettarsi nulla in contraccambio. Corrisponde all’amore spirituale predicato dalle varie religioni.
  3. Amore filiale e fraterno – tra discendenti e antenati (familiare, parentale).
  4. Amicizia – sentimento che nasce dalla necessità provata dagli esseri umani di socializzare tra loro.
  5. Amore romantico – un sentimento che in un certo grado idealizza la persona amata, soggetta all’aspettativa amorosa.
  6. Amore sessuale – prodotto dal desiderio sessuale.
  7. Amore platonico – concetto filosofico che innalza l’amore alla contemplazione della bellezza, alla conoscenza pura e disinteressata. Poi successivamente interpretato dai Neoplatonici del ‘500 come amore filosofico nei confronti di una persona.
  8. Amore per la Natura – coinvolge un sentimento di protezione verso il mondo vegetale ed animale.
  9. Amore per qualcosa di astratto o inanimato – un oggetto fisico, un’idea, ma anche un obiettivo ideale (amor di patria o patriottismo) e può essere associato con l’eroismo; in quest’ultimo caso costituisce una forma di altruismo nei confronti del proprio gruppo.
  10. Amore per Dio – devozione, si basa sulla fede religiosa.
  11. Amore universale – spiritualità in senso lato, corrispondente all’esperienza data dal misticismo (estasi, illuminazione, nirvana).

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi