Toni Binaurali

Acoustics Binaural Beats
Acoustics Binaural Beats

I battiti binaurali o toni binaurali sono suoni elaborati artificialmente, o suoni apparenti, la cui percezione si pone nel cervello per specifici stimoli fisici. Questo effetto è stato scoperto nel 1839 da Heinrich Wilhelm Dove, ed ha guadagnato un maggiore successo pubblico nel tardo 20° secolo sulla base delle fatto che i battiti binaurali possono indurre il rilassamento, la creatività e altri stati mentali positivi.

Il cervello percepisce un fenomeno derivante dalle pulsazioni a bassa frequenza sia nella intensità e la localizzazione del suono di un suono percepito quando due toni a frequenze leggermente diverse sono presentati separatamente, uno per ciascuna delle orecchie di un soggetto, utilizzando le cuffie stereo. Un tono apparente detto battente sarà percepito, come le due tonalità miste naturalmente, al di fuori del cervello. La frequenza dei toni devono essere inferiori a 1.000, 1.500 hertz affinchè il battente possa essere sentito. La differenza tra le due frequenze deve essere minima (inferiore a circa 30 Hz) affinché l’effetto si verifichi, altrimenti i due toni saranno percepiti in modo distinto e senza battente.

Neurofisiologia dei Toni Binaurali

I battiti binaurali interessano i neurofisiologi nelle indagini sul senso dell’udito.
I battiti binaurali sembrano influenzare il cervello in modi diversi attraverso la generazione di onde cerebrali e possono essere utilizzati per ridurre l’ansia e fornire alcuni semplici benefici per la salute, come l’attenuazione della sensazione di dolore.

Onde cerebrali

  • Onde Gamma> 40 Hz
    Maggiore attività mentale, maggiore percezione, soluzione urgente dei problemi, sensazione di paura, coscienza aumentata
  • Onde Beta 13-39 Hz
    Attività normale, pensiero concentrato, sensazione di ansia, concentrazione attiva, eccitazione, cognizione
  • Onde Alfa 7-13 Hz
    Rilassamento (da sveglio), pre-sonno e la sonnolenza pre-veglia
  • Onde Theta 4-7 Hz
    Sogni, profonda meditazione, il sonno REM
  • Onde Delta <4 Hz
    Sonno profondo senza sogni, perdita di consapevolezza del corpo

Nota: i confini precisi tra le gamme variano a seconda delle definizioni, e non esiste uno standard universalmente accettato.

La frequenza dominante determina il tuo stato attuale.
Ad esempio, se le onde dominanti sono Alpha, sono in stato Alpha (questo accade quando si è rilassati ma svegli). Tuttavia, anche altre frequenze saranno presenti, anche se con minore ampiezza.

Il riequilibrio della mente è più efficace se la frequenza iniziale è vicina alla frequenza dominante dell’utente. Pertanto, si consiglia di iniziare con una frequenza vicina alla propria frequenza corrente dominante (che può essere di circa 20 Hz o meno per una persona sveglia), e poi lentamente decrescente verso la frequenza desiderata.

Alcune persone trovano le onde pure sinusoidali spiacevoli, quindi un rumore rosa o un altro fondo (ad esempio, i suoni naturali, come il gorgoglio di un ruscello) può essere miscelato con i battiti binaurali. In aggiunta a ciò, fino a quando il ritmo è udibile, si suggerisce un volume comunque basso.

Collegamenti Esterni

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi