Cromoterapia, Colori, percezione, psicologia e mente

Cromoterapia, Colori, percezione, psicologia e mente.
Piccola guida all’universo fisico ed emozionale dei colori.

Fondamenti di Cromoterapia – La Luce
L’universo è un costante campo cangiante di onde. Un tipo di onde che si muovono incessantemente nel campo del tutto sono le onde elettromagnetiche.
Un’onda è caratterizzata da un’ampiezza (l’altezza tra una cresta e una valle) e da una frequenza (ovvero quante oscillazioni avvengono per unità di tempo, tipicamente misurata in Hertz=oscillazioni complete al secondo).
Le onde elettromagnetiche aventi frequenza tra 430 e 750 THz (1 tera hertz = 1000 miliardi di oscillazioni al secondo) sono percepite dai nostri occhi come luce in uno spettro di diversi colori.
Le frequenze più basse partono dai rossi profondi per salire via via al giallo, verde, celeste, blu e violetto alle frequenze limite di 750 THz.

Spettro dei Colori Visibili
Spettro dei Colori Visibili

Percezione del Colore
I colori non vengono percepiti soltanto dal senso della vista ma anche dal senso del tatto.
Infatti i rossi profondi visibili e anche gli invisibili infrarossi sono percepiti dai sensori tattili della nostra epidermide come calore irradiato. Ovviamente l’intensità di calore dipende molto dall’ampiezza stessa della sorgente luminosa, oltre che dal suo colore. Ecco perchè comunemente associamo il rosso, l’arancione e il giallo, ovvero le basse frequenze luminose, con il concetto e la sensazione di calore profondo.
Le alte frequenze invece, quelle vicino al violetto, sono frequenze invece dette di calore tagliente, meno avvolgente e bruciante, ma comunque dannoso e devastante se irradiato ad ampiezze elevate.

Non tutti gli esseri senzienti vedono la luce allo stesso modo o nella stessa gamma. Le api ad esempio vedono gli ultravioletti mentre alcuni rettili “vedono” una certa gamma degli infrarossi.
Diverse onde di diversa frequenza sono colori diversi che si sommano, formando all’occhio umano nuove sfumature di colore.
L’interferenza, ovvero la somma, di moltissime onde di colore diverso su tutto lo spettro visibile forma il colore apparente che chiamiamo bianco.
Il nero è l’assenza di radiazione elettromagnetica nello spettro visibile.


Color Energy
Color Energy

Il Colore come Energia
La luce è un’onda elettromagnetica. Tutte le onde per definizione fisica trasportano energia nello spaziotempo, ovvero mutano lo stato interno dell’universo. Quindi la luce è energia che si muove, anche se l’energia può essere mossa anche in altri modi diversi dalla luce.
L’energia si muove da sorgenti di colore irradianti verso le destinazioni assorbenti colore.
Un tessuto arancione contiene pigmenti in grado di assorbire, sottrarre, le onde di frequenza diverse dall’arancione, mentre fa rimbalzare solo quelle. Ecco perchè il tessuto appare come arancione.
Quindi vestendoci di arancione, in realtà assorbiamo ogni tipo di radiazione luminosa tranne l’arancione stesso che restituiamo all’ambiente circostante.
Ecco perchè un tessuto nero assorbe ogni gamma di luce mentre il bianco si utilizza per riflettere ogni frequenza luminosa riducendo al minimo l’assorbimento.


Color emotions
Color emotions

Emozioni e Colori
Le emozioni, i sentimenti e le energie che vengono stimolate dai diversi colori sono abbastanza scontate.
Ma è utile tenere a mente che circondarsi, vestirsi, immergersi nella luce di una certa tonalità è come mangiare cibi diversi, o seguire diversi stili di vita al fine di ritrovare l’equilibrio necessario al nostro benessere mente-corpo.
Ad esempio i colori a bassa frequenza, ovvero quelli caldi come il rosso, l’arancione o il giallo sono colori energizzanti, che danno carica.
Dall’altra parte dello spettro, il verde, il violetto e il blu hanno invece funzione rilassante e di scarico.

Procediamo per gradi dai più caldi ai più freddi:


Violet
Violet

Il Viola è un colore anticonformista.
E’ un colore estroso e bizzarro.
Il viola è un colore che denota uno spirito artistico, intuitivo, creativo e spirituale.
Il Viola è anche un colore misterioso, sensuale.
In molte culture è sinonimo di magia.
Il Viola però è anche un colore estremamente freddo, alto e mentale.
Al viola manca una componente bassa, materiale e corporea.


Blue
Blue

Il Blu è il colore del mare profondo.
Blu è l’acqua e il cielo notturno.
Si associa spesso con l’infinito.
Come il viola ha componenti vicine alla riflessione e alla spiritualità.
Allo stesso tempo, come il viola è un colore freddo e una propensione per il colore blu indica anche un certo stato d’animo malinconico e introspettivo.
Come tutti i colori freddi sono adatti alle parti della casa dedicate al riposo, al sonno e alla riflessione.


Green
Green

Il Verde è un colore di medio spettro.
Il verde è il colore della vegetazione e della natura.
Trovandosi nel mezzo significa costanza, equilibrio e compostezza.
E’ un colore vivo e indice di costante mutamento e quindi legato a sentimenti di ambizione e competitività nella loro accezione tipicamente positiva.
E’ un colore che stimola la mente logica, la capacità di analisi e osservazione.
E’ il colore dell’attenzione.


Brown
Brown

Il Marrone nelle sue varie tonalità dall’ocra al bruno è il colore della terra.
Significa concretezza, praticità, materialità.
Le persone che si vestono delle varie tonalità del marrone esprimono o desiderano inconsciamente vivere ed esprimere realismo, forza e grande stabilità.
Il marrone indica anche pazienza, prudenza e ferma tenacia.
E’ un colore che esprime un confine tra cielo e terra, un punto di equilibrio.
Il colore marrone esprime emotività, equilibrio e sensualità. E’ un colore caldo e si associa all’idea della terra, del tronco degli alberi e dell’autunno. Se si sogna il colore marrone vuol dire che ci si sente insicuri e si cerca quindi un ambiente sicuro, calmo e ricco di calore umano. Le persone che hanno gli occhi marroni sono intelligenti, simpatiche e molto dolci.


Yellow
Yellow

Il Giallo è il colore del sole e della vitalità esplosiva.
Indica desiderio di espansione, voglia di comunicare, empatia e gioia.
E’ il colore della radiosità e della determinazione.
Nella sua accezione negativa può indicare volontà di dominio, desiderio di potere e alcune volte superficialità.
Significa anche disinibizione, apertura.
Ha il suo centro nel plesso solare e si irradia dal centro del corpo verso l’esterno.
Denota anche speranza e coraggio.


Orange
Orange

Arancione è il colore del brio, della vivacità e della versatilità.
L’arancio stimola la socievolezza, l’uso dell’intelletto nelle operazioni manuali e materiali.
Inoltre l’arancione indica una certa padronanza su di sé e consapevolezza.
L’arancione è un colore caldo ma non aggressivo come il rosso, un colore accogliente ed espansivo.
E’ molto adatto in ambienti come le cucine, le sale da pranzo e i soggiorni, ovvero nella parte giorno della casa, perchè in grado di stimolare le attività tipiche della veglia e dell’attenzione pratica.
L’arancione è anche un colore molto spirituale, al pari del viola, indica apertura e luce mentale e contemporaneamente energia nel veicolare tale “illuminazione” verso il mondo, espressione tipica del rosso.


Red
Red

Il Rosso è calore puro.
Rappresenta l’organo del cuore e il sangue.
Indica energia, appetito, aggressività, passione, ardore e temperamento forte.
Il rosso essendo al limite inferiore dello spettro è un colore interno alla terra.
Il rosso è estremamente energetico al punto che può assumere un senso negativo e significare collera, ira e rabbia.
Stimola energicamente l’attivismo, la volontà e l’energia.
E’ un colore molto materiale e fisico.


Color Psychology
Color Psychology

Il Colore come Terapia Psicologica
La mente umana è molto sensibile sia alla quantità di luce, alla durata dell’esposizione alla luce del corpo, alla gamma di frequenze luminose e alla loro dinamica ciclica nel corso del tempo.
E’ scientificamente e clinicamente provato che la privazione di luce solare provoca anche stati ipoenergetici più o meno intensi che possono sfociare anche in veri e propri sindromi depressive.
Nei paesi del nord è abitudine sottoporre le persone a veri e propri bagni solari artificiali per riequilibrare lo stato ipoenergetico a un più alto livello.
Ecco che la prevalenza su di sé e nell’ambiente, per lunghi periodi di tempo, di energia luminosa prevalentemente ad alta frequenza e fredda (viola, blue, verde) ha effetti di scarico energetico fino, nei casi più estremi, a veri e propri stati depressivi.
Al contrario un’eccessiva esposizione e abbigliamento di colori a bassa frequenza e caldi può stimolare un eccesso di energia, dinamismo e attività materiale, squilibrando il nostro corpo verso un eccesso e un affaticamento sul fronte opposto.
La stessa cosa si può dire per una monotonia sulle medie frequenze, giallo e verde, che può risultare in uno scenario mente-corpo di equilibrio un po’ statico indice di noia e di scarsa mutevolezza e dinamismo.


Conclusioni
Il vero e proprio equilibrio sta nella costante mutevolezza e ciclicità di energie e frequenze.
Ciò significa che bisogna circondarsi di tutti i diversi sapori luminosi: luce e buio, caldo e freddo, colori alti, medi e bassi.
Con uno sforzo di auto-consapevolezza bisogna di volta in volta capire come reintegrare questo equilibrio.
Ogni giorno dobbiamo utilizzare i colori anche in relazione a ciò che vogliamo trasferire.
Con i colori ci relazioniamo al mondo, comunichiamo informazioni che ci riguardano e trasmettiamo energie all’universo stesso di cui facciamo parte.

Un pensiero riguardo “Cromoterapia, Colori, percezione, psicologia e mente

  • 2012-01-28 in 12:28
    Permalink

    Mi serviva giustamente un piano colore per diversi siti web, e la questione relativa alla psicologia del colore si applica molto bene anche ai diversi ambiti del web design. Ad esempio un sito che parla di cucina avrà normalmente bisogno di colori caldi ma se si parla di cugina vegetariana ovviamente il predominante sarà il verde.
    Però è sulle sensazioni e la percezione che si deve in ogni caso giocare, perchè anche nella cucina vegetariana esistono verdure e frutti che hanno colori caldissimi, quindi bisogna sempre stare attenti a non ragionare per stereotipi ma per percezione appunto.
    Grazie.

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi