Dhammapada – Capitolo XIII – Il Mondo

167. Non perderti nell’inconsapevolezza,
nelle false dottrine,
nelle abitudini del mondo.

168. Svegliati, sii consapevole.
Segui gioiosamente la via della virtù
in questa vita e oltre.

169. Non seguire la via dell’errore.
Segui gioiosamente la via della virtù
in questa vita e oltre.

170. Questo mondo è una bolla di schiuma,
un miraggio.
Coglilo nella sua realtà
e renditi invisibile alla morte.

171. Questo mondo è un carro regale
dipinto a vivaci colori.
L’inconsapevole vi si perde.
Ma il saggio resta distaccato.

172. Quando una persona
si risveglia alla consapevolezza,
essa illumina il mondo
come la luna che emerge da dietro le nubi.

173. Quando una persona
lascia l’errore per la virtù,
essa illumina il mondo
come la luna che emerge da dietro le nubi.

174. Il mondo è cieco,
ben pochi hanno occhi per vedere.
Ben pochi sono gli uccelli
che sfuggono alla rete e spiccano il volo.

175. Come i cigni si innalzano
e volano verso il sole,
sorretti da una forza invisibile,
così i saggi spiccano il volo da questo mondo,
lasciandosi alle spalle il desiderio e l’illusione.

176. Se credi che questo sia l’unico mondo,
se ti fai beffe della verità
e violi la legge eterna,
non c’è errore che tu non possa commettere.

177. Un avaro non entrerà mai
nel regno dei cieli.
La generosità non è importante
per l’inconsapevole.
Ma il saggio trova la sua gioia nel condividere.

178. Meglio del possesso del mondo intero,
meglio del paradiso,
meglio del dominio su tutti i mondi
è compiere il primo passo
sulla via del risveglio.

Link Utili

Dhammapada su Wikipedia
EBOOK – Dhammapada – La Giusta Via – Download gratuito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi